P.O.N. 2010/2011

IL PROGETTO E' RIVOLTO AGLI ALLIEVI DELLA SCUOLA PRIMARIA (PLESSO DI VASSI) E A QUELLI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO.

 

I gruppi di corsisti saranno organizzati sia per classi aperte che per gruppi classe, a seconda delle attività proposte e delle modalità di attuazione previste.

 

OBIETTIVI FORMATIVI:

La proposta progettuale cerca di offrire ai discenti di questo Istituto Comprensivo un ventaglio di opportunità per potersi approcciare in modo 'nuovo ed accattivante' alle discipline di studio. Esso si propone i seguenti obiettivi formativi:

  • Promuovere il successo formativo, rispondendo alle esigenze degli allievi.
  • Far partecipare l’alunno in modo attivo al processo di insegnamento-apprendimento.
  • Acquisire un rapporto positivo con la scuola attraverso un’esperienza gratificante e formativa.

 

METODOLOGIE:

I criteri metodologici definiti in fase di progettazione, tenendo presenti le indicazioni fornite dalle linee guida, nonchè i bisogni formativi degli allievi, risultano i seguenti:

Suddivisione dei percorsi formativi in moduli che definiscono ambiti tematici limitati per contenuti in modo da focalizzare l’attenzione sugli apprendimenti attesi.

Favorire la collaborazione e la rete di relazioni all’interno di ogni gruppo di lavoro, in modo da sviluppare la motivazione ad apprendere dei singoli alunni.

Privilegiare attività “laboratoriali” che stimolino la “curiosità” degli alunni e che centrino l’apprendimento sull’esperienza e/o sul territorio.

Programmare attività di accoglienza quale strategia funzionale non solo al rapporto insegnamento/apprendimento, ma soprattutto all’esperienza umana.

Costruire il percorso didattico a partire dai concreti bisogni formativi degli alunni, superando impostazioni disciplinari su modelli rigidi e favorendo letture trasversali delle discipline.

Prevedere attività che favoriscano l’esplorazione e la scoperta da realizzarsi durante il percorso didattico, anche in ambienti informali(Musei, visite guidate,etc.), per rendere più attraente l’apprendimento.

Prevedere modalità di verifica ed eventuali interventi di ri - progettazione.

 

Le fasi operative, distinte in sensibilizzazione, approfondimento e sperimentazione si svolgeranno lungo tutto il percorso, avendo come ricadute immediate il coinvolgimento emotivo rispetto alle varie tematiche proposte, il potenziamento delle discipline curriculari, la realizzazione di prodotti culturali coerenti e la condivisione di quanto sarà fatto.

Tutti i percorsi formativi si snoderanno in seminari, attività laboratoriali e, laddove previsto, in visite di studio, anche al fine di realizzare anche una positiva sinergia con il territorio.

Si cercherà inoltre di fare in modo che i ragazzi si percepiscano, in ciascuno dei percorsi formativi messi in atto, come un gruppo di lavoro unito nell’ottica di un apprendimento cooperativo (cooperative learning) in cui ognuno si senta responsabile del processo di formazione.

 

RISULTATI ATTESI:

Il Progetto si propone di entusiasmare gli allievi ai saperi della matematica, delle scienze, della lingua italiana e della lingua inglese presentandoli e sperimentandoli sotto forma di gioco.

 

Tutto il percorso didattico avrà come obiettivo prioritario la riduzione del tasso di dispersione scolastica, realizzando percorsi che permettano agli allievi di superare il disagio scolastico e che facciano considerare la scuola una delle più importanti agenzie formative per i ragazzi appartenenti a questa fascia d'età.

 

Considerando poi che ciascun cittadino d’Europa dovrà disporre di un’ampia gamma di competenze per adattarsi in modo flessibile e consapevole ad un mondo in rapido mutamento,vengono proposti due percorsi formativi, uno di lingua inglese ed uno di informatica, che prevedono il rilascio della certificazione esterna delle competenze acquisite.

 

Un valido supporto alla realizzazione delle varie attività proposte sarà rappresentato dall'utilizzo delle dotazioni laboratoriali presenti nella scuola (multimediali, linguistiche e scientifiche), nonchè delle strumentazioni tecnologiche (lavagna interattiva, software,) di cui la scuola si è arricchita anche mediante l'utilizzo del Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale.

 


Moduli Formativi:

  • PATENTE INFORMATICA EUROPEA  (percorso formativo per le competenze digitali)
  • SENSIBILI ALLA CORRENTE (percorso formativo per le competenze in Scienze e Tecnologia)
  • CHIMICA, ALCHIMIA E MAGIA (percorso formativo per le competenze in Scienze e Tecnologia)
  • GIOCANDO CON I NUMERI LA MISURA E ALTRO (percorso formativo per le competenze in Matematica)
  • PAROLE CREATIVE (percorso formativo per la comunicazione in lingua madre)
  • LA PITTURA: COLORI, FORME E SENTIMENTI (percorso formativo per la comunicazione in lingua madre)
  • KET- KEY ENGLISH TEST UNIVERSITY OF CAMBRIDGE , ESOL EXAMINATION (percorso formativo per la comunicazione in lingua inglese)  
  • "LA MENSA DI IPPOCRATE(percorso formativo per le competenze sociali e civiche)

LE CERTIFICAZIONI ESTERNE:

 

  • KET- Key English Test (livello E.S.O.L./Alte: livello 1, Waystage User - livello del Consiglio d'Europa A2 Waystage)
  • 

Cosa fa il Consiglio Europeo?

Il Consiglio Europeo ha elaborato un quadro comune di riferimento per l'apprendimento delle lingue, in modo da favorire, attraverso la descrizione dei livelli di competenza linguistica che chi studia una lingua può raggiungere, l'elaborazione dei programmi di apprendimento e il riconoscimento reciproco delle certificazioni nei sistemi di istruzione dei diversi paesi membri.

Sono individuati sei livelli di competenza linguistica:  elementare A1/A2, intermedio B1/B2 ed avanzato C1/C2.

 

Cosa riesce a fare lo studente di livello A2 Waystage?

Riesce a comprendere frasi isolate ed espressioni di uso frequente relative ad ambiti di immediata rilevanza (ad es. informazioni di base sulla persona e sulla famiglia, acquisti, geografia locale, lavoro). Riesce a comunicare in attività semplici e di routine che richiedono solo uno scambio di informazioni semplice e diretto su argomenti familiari e abituali. Riesce a descrivere in termini semplici aspetti del proprio vissuto e del proprio ambiente ed elementi che si riferiscono a bisogni immediati.

 

  • PATENTE INFORMATICA EUROPEA - ECDL (European Computer Driving Licence)

Cos'è l'ECDL?

è un certificato attestante che chi l'ha conseguito possiede l'insieme minimo delle abilità necessarie per poter lavorare col personal computer in modo autonomo o in rete.  L'ECDL è una iniziativa del CEPIS (Council of European Professional Informatics Societies), l'ente che riunisce le associazioni europee di informatica, di cui l'Italia è uno dei 17 Paesi membri.


GRADUATORIE BANDO PON 2010/2011 - ESPERTI

Download
Graduatorie esperti.xls
Tabella Microsoft Excel 160.0 KB

GRADUATORIE BANDO PON 2010/2011 ESPERTI- RETTIFICA

Download
Graduatorie.xls
Tabella Microsoft Excel 159.5 KB

Bando Ente Accreditatore ECDL

Download
Bando 2010-2011Ente accreditato ECDL con
Documento Microsoft Word 950.0 KB

Graduatoria Bando Ente Accreditatore ECDL

Download
Documento per il sito della scuola ECDL.
Documento Microsoft Word 92.0 KB